mercoledì 21 novembre 2018

I murales del cerro Bellavista a Valparaiso

(foto Daniela Durissini)
Valparaiso, costruita sui cerros, i colli che circondano l'ampia baia, è stata la città in cui più volentieri ha soggiornato Pablo Neruda, nella sua casa, La Sebastiana, costruita in cima ad una di queste alture, il cerro Bellavista. Oggi la casa-museo del poeta è visitata quotidianamente da centinaia di persone che arrivano qui da ogni parte del mondo, ma anche da moltissimi cileni. Le numerose scolaresche, come spesso accade, appaiono assai poco interessate ma in fondo è comunque importante che i ragazzi vengano condotti qui. La vista sulla baia dalla terrazza è stupenda. Per raggiungere La Sebastiana si prende l'ascensore Espiritu Santo, patrimonio storico della città e monumento nazionale, costruito nel 1911. Salendo alla casa si passa per il Museo a cielo aperto, dove si possono ammirare i famosi murales, per i quali la città è conosciuta, alcuni dei quali realizzati da artisti di grande talento, come Roberto Matta. Tuttavia quasi ogni muro è dipinto ed anche al di fuori dello spazio inizialmente destinato a museo ce ne sono di bellissimi. Purtroppo alcuni sono molto rovinati, essendo esposti alle intemperie e non essendo previsto, per ora, alcun intervento di restauro. Anzi, a dire il vero, l'intera zona appare un po' trascurata ed è un vero peccato, data l'eccezionalità di queste realizzazioni.
Qui una breve rassegna, che inizia proprio con l'opera di Matta. 


Murale di Roberto Matta
(foto Daniela Durissini)



(foto Daniela Durissini)
(foto Daniela Durissini)
(foto Daniela Durissini)
(foto Daniela Durissini)