venerdì 23 febbraio 2018

J. Gutenberg e la rivoluzione della conoscenza / J. Gutenberg and the knowledge revolution

⇓english version available


J. Gensfleisch. Ritratto di J. Gutenberg


Il 23 febbraio del 1455 venne pubblicato a Magonza, città natale di Johannes Gutenberg, il primo libro stampato con la nuova tecnica, a caratteri mobili,da lui messa a punto. In effetti tale sistema era già usato in Cina, da più di 400 anni, ma i caratteri erano realizzati in legno, e quindi si deterioravano con facilità. L'orafo tedesco pensò invece di realizzarli in lega metallica per renderli più duraturi, ma il lavoro si rivelò lungo e complesso e fu finanziato dal socio di Gutenberg in quell'impresa, l'orafo Johann Fust. 

On February 23, 1455, the first book printed with the new technique, in movable type, which he had developed, was published in Mainz, Johannes Gutenberg's hometown. In fact, this system was already used in China for more than 400 years, but the letters were made of wood, and then deteriorated easily. Instead, the German goldsmith decided to make them in metal alloy to make them more durable, but the work to make them was long and complex and was financed by Gutenberg's partner, the goldsmith Johann Fust.


Bibbia di Gutenberg

Così venne realizzata la prima Bibbia a stampa, venduta per sottoscrizione, e acquistata per lo più da istituzioni religiose, che ebbe un successo immediato. Agli acquirenti era lasciato il compito di contattare l'artista che preferivano per le decorazioni dei due volumi, per le quali venivano lasciati liberi gli spazi, ed era data loro la possibilità di scegliere la legatura, ottenendo così dei volumi personalizzati e talvolta assai diversi l'uno dall'altro. Ne vennero stampati in tutto 180 esemplari, 40 dei quali su pergamena, e gli altri su carta. 
Ad oggi se ne conservano 48, sparsi nei musei e nelle biblioteche di tutto il mondo. 

Thus the first printed Bible was made, sold by subscription, and purchased mostly by religious institutions, which was an immediate success. The buyers were left with the task of contacting the artist they preferred for the decorations of the two volumes, for which the spaces were left free, and they were given the possibility to choose the binding, thus obtaining personalized and sometimes very different volumes. one from the other. About 180 copies were printed, 40 of them on parchment, and the others on paper.To date 48 are preserved, scattered in museums and libraries all over the world.


J. Amman. Tipografia di Francoforte (1568)

L'invenzione del Gutenberg fece sì che, in breve tempo, si diffondessero le tipografie ed i  libri pubblicati e che questi avessero costi che li rendevano accessibili ad un maggior numero di persone, rispetto ai rarissimi manoscritti di epoca medievale. Di conseguenza fu rivoluzionata ed incrementata la conoscenza, che non giungeva più soltanto a pochi privilegiati, ma iniziò a diffondersi anche presso coloro che fino ad allora ne erano rimasti esclusi. Il cammino verso l'accessibilità delle informazioni fu lungo e tortuoso, spesso ostacolato proprio da coloro che ne avevano avuto l'esclusiva, ma fu inarrestabile.
Malgrado il successo ottenuto, i due soci entrarono in disaccordo e si separarono e  Gutenberg morì, pochi anni dopo, povero e dimenticato.

The invention of the Gutenberg meant that, in a short time, the books were spread and that these had costs that made them accessible to a greater number of people, compared to the extremely rare manuscripts of the Middle Ages. As a result, knowledge was revolutionized and increased, and it no longer reached only a privileged few, but also began to spread among those who until then had been excluded from it. The path to accessibility of information was long and tortuous, often hindered by those who, until that time, had it in exclusive, but was unstoppable.
Despite the success, the two partners disagreed and separated and Gutenberg died a few years later, poor and forgotten.