lunedì 12 marzo 2018

La cuoca di D'Annunzio

Il 12 febberaio 1863 nasceva a Pescara 
Gabriele D'Annunzio

Achille Beltrami. D'Annunzio parla contro Giolitti (1915)

Uno scritto un po' inconsueto di Gabriele D'Annunzio, in lode di un uovo sodo preparato dalla sua cuoca


"Cara cara Albina
da tanti e tanti anni non avevo più mangiato l’uovo sodo tagliato in quattro. Questo tuo è cotto con l’ultima perfezione. E’ sublime. Quando ero bambino chiedevo l’ovo spalmato di una leggera salsa di acciughe. Mi leccavo le dita; e qualche volta mi accadeva di inghiottire la prima falange. Stasera ho ritrovato quella divina estasi. Vendo la mia primogenitura per un uovo perfetto come il tuo, sublimato dalla salsa di acciughe. Scivolo sotto la tavola in uno svenimento che nessuna femmina mi farà mai provare. Albina, sii laudata nei secoli dei secoli. E risplendi in eterno nella Costellazione dell’Ovo e nella Nebulosa dell’Acciuga! Amen"

(da una lettera di D'Annunzio alla cuoca Albina Lucarelli Becevello, chiamata anche "Suor Intingola")



⇒(click) Il libro: M. Santeroni, D. Miliani, La cuoca di D'Annunzio. I biglietti del Vate a "Suor Intingola".Cibi, menù, desideri e inappetenze al Vittoriale (Amazon Kindle)



Nessun commento:

Posta un commento